22 Settembre 2020

DECRETO SALVA ITALIA

10-01-2012 09:30 - Novità fiscali - approfondimenti
Manovra salva Italia, principali disposizioni fiscali


Circolare n° 1/2012: manovra salva Italia, principali disposizioni fiscali

Reddito d´impresa : deduzione del rendimento nozionale del nuovo capitale proprio, in pratica dal periodo d´imposta 2012 al fine di agevolare il rafforzamento della struttura patrimoniale delle imprese, per quelle che opereranno un aumento di capitale proprio sarà possibile dedurre una percentuale di tale incremento (questa norma è valida per le srl e società di persone in contabilità ordinaria) .


Irap: aumentano dal 2012 le deduzioni per il lavoro dipendente al fine del calcolo della base imponibile Irap


Detrazioni fiscali per recupero edilizio e risparmio energetico : la detrazione sarà a regime e senza scadenza del 36% ripartita su 10 anni in quote costanti, per il risparmio energetico vale per tutto ili 2012 la detrazione del 55% delle spese sostenute.


Contribuenti soggetti agli studi di settore: i contribuenti congrui e coerenti ai risultati degli studi di settore ( anche adeguati in sede di dichiarazione ) avranno le seguenti agevolazioni:
preclusione degli accertamenti basati su presunzioni semplici
riduzione di un anno dei termini per l´accertamento (da 5 a 4)
determinazione sintetica del reddito complessivo se il reddito supera di un terzo quello dichiarato


Movimentazioni bancarie: i movimenti di tutti i conti correnti saranno comunicati dagli operatori finanziari all´Agenzia delle Entrate


Uso del contante: il limite all´uso del contante e dei libretti al portatore è fissato a 1.000 euro


Imu: al posto dell´Ici viene introdotta una nuova imposta che colpirà gli immobili in base al valore catastale rivalutato del 60% e avrà un´aliquota ordinaria del 0,76 con la facoltà dei comuni di aumentarla o diminuirla di un 0,3 e un aliquota per la prima casa del 0,4 che i comuni possono aumentare o diminuire di 0,2.


Aumento aliquote Iva: dal 01.10.2012 le aliquote iva del 21% e del 10% dovrebbero passare rispettivamente al 23% e al 12%; dal 01.01.2014 tali percentuali dovrebbero salire al 23,5% e 12,5%


Contributi previdenziali artigiani e commercianti: dal giorno 01.01.2012 le aliquote contributive degli artigiani e commercianti saliranno dello 0,3 ogni anno fino al raggiungimento della soglia del 22%
Documenti allegati
Dimensione: 25,38 KB

Realizzazione siti web www.sitoper.it