22 Settembre 2020

RIFORMA DEL LAVORO

13-07-2012 16:44 - Novità fiscali - approfondimenti
LA RIFORMA DEL LAVORO E´ LEGGE, REGOLERA´ I RAPPORTI DI LAVORO DIPENDENTE E ASSIMILATI A PARTIRE DAL 18.07.2012


Circolare n° 6/2012: Riforma del mercato del lavoro

La riforma del mercato del lavoro in vigore dal 18/7/2012 introduce delle importanti novità che riguardano il mondo del lavoro dipendente.
In sintesi:

per i contratti di lavoro a tempo determinato:
aumenta il costo dei contributi a carico dell´azienda (+1,4%)
aumenta l´intervallo di tempo tra due contratti successivi a tempo determinato 60 giorni per i contratti fino a 6 mesi , 90 giorni oltre sei mesi
non può essere prorogato oltre i 36 mesi

soppressi i contratti di inserimento vengono attuate delle agevolazioni per :
dipendenti con più di 50 anni disoccupati da almeno 12 mesi con la possibilità per le aziende di pagare il 50% dei contributi fino al 18° mese,

per l´apprendistato
assunzione di apprendisti collegata alle stabilizzazioni fatte nell´ultimo triennio
innalzamento del rapporto tra apprendisti e lavoratori qualificati da 1/1 a 3/2
durata minima 6 mesi

per il lavoro a progetto
aumento progressivo (1 punto all´anno) delle aliquote contributive gestione separata inps (da 27,72 al 33 nel 2018)
per l´associazione in partecipazione
rimane solo nei casi di legame familiare con l´imprenditore (entro il primo grado di parentela) non possono essere in numero superiore a 3

per le partite iva
la partita iva non deve coprire contratti di lavoro subordinato, viene introdotta la presunzione di lavoro subordinato qualora il lavoratore autonomo con partita iva presti la propria opera per più di otto mesi nel corso dell anno per il solito committente, da questa attività ricavi oltre il 80 % dei ricavi e abbia una postazione di lavoro fissa presso la sede del committente (devono essere verificati 2 requisiti su 3)
Per i lavoratori intermittenti
salvo verificare l´ammissione di questa tipologia nel contratto di lavoro , viene variata l´età di assunzione che passaa : fino a 25 anni e oltre 55 anni -Viene inoltre introdotto l´obbligo di comunicazione al centro per l´impiego per ogni chiamata utilizzando fax - sms e- mail

altre novità importanti sintesi
licenziamenti
previsto il pagamento,a carico dell´azienda,per i licenziamenti effettuati dalle aziende di un contributo all´INPS pari al 50% del trattamento iniziale della disoccupazione

dimissioni
le dimissioni devono essere convalidate presso il servizio Ispettivo del Lavoro

lavoratori interinali
obbligo per i datori di lavoro di comunicare la presenza di lavoratori somministrati , entro il 31/12 alle rappresentanze sindacali
Documenti allegati
Dimensione: 26,27 KB

Realizzazione siti web www.sitoper.it