28 Novembre 2020

VOUCHER E SPESOMETRO

17-10-2013 09:31 - Novità fiscali - approfondimenti
I voucher rappresentano una comoda opportunità per le aziende e i professionisti di regolare in modo facile e sicuro i lavoratori saltuari e occasionali.

I buoni di lavoro (VOUCHER) sono strumenti utilizzabili dalle aziende per pagare le prestazioni svolte da lavoratori saltuari, al di fuori di un normale contratto di lavoro. Sono destinati a retribuire i lavoratori che sono impiegati in modo saltuario e occasionale.
Il costo del voucher comprende una parte di assicurazione inail e una parte di contribuzione Inps, limporto netto che il lavoratore ha il diritto di incassare corrisponde al 75% dell´importo del voucher: in questo modo se un lavoratore ha lavorato 10 ore e ha percepito 10 voucher da 10 euro ciascuno può andare a riscutere la somma di euro 75,00 mentre l´azienda o l´ente per cui ha prestato la propria opera avrà sostenuto un costo di euro 100,00.
Il vantaggio per l´azienda è di poter regolarizzare quelle figure che lavorano sporadicamente senza dover fare un contratto, un´assuzione e buste paga.
I buoni si acquistano presso i tabaccai convenzionati, le poste, le banche convenzionate o l´inps.
Il lavoratore non può percepire più di euro 5000 annui con i voucher (euro 6666,00 lordi) e non più di euro 2000 (euro 2666,00 lordi) con lo stesso committente.
Unico adempimento dovuto prima di iniziare il rapporto di lavoro il committente deve comunicare all´inps i propri dati (codice fiscale, tipo di attività) i dati del lavoratore e il luogo di lavoro, la data di inizio e fine lavoro.


Spesometro 2012

I contribuenti titolari di partita Iva che nell´anno 2012 hanno effettuato le seguenti operazioni rilevanti ai fini
dell´imposta:

cessioni di beni e prestazioni di servizi rese e ricevute per le quali sussiste l´obbligo di emissione
della fattura;
cessioni di beni e prestazioni di servizi rese e ricevute per le quali non sussiste l´obbligo diemissione della fattura, qualora l´importo unitario dell´operazione sia pari o superiore a euro tremilaseicento al lordo dell´imposta sul valore aggiunto;

sono obbligati ad effettuare la comunicazione delle operazioni rilevanti (ex spesometro o elenco clienti e fornitori).

La scadenza è fissata nel giorno 12 novembre 2013per i soggetti che liquidano le operazioni Iva mensilmente e il giorno 21 novembre 2013 per il resto.

Nello stesso modello di comunicazione (Modello polivalente si devono comunicare anche le operazioni eseguite nei confronti di paesi a fiscalità privilegiata (black list), operazioni con San Marino, operazioni effettuate in contanti per importi superiori a euro 3.600 (operazioni legatte al turismo).
Documenti allegati
Dimensione: 65,64 KB

Realizzazione siti web www.sitoper.it